Fatturazione Elettronica – Bollo Virtuale

Designed by makyzz

Designed by makyzz

Per tutte quelle fatture che non sono soggette Iva, si ricorda che per importi superiori ad € 77,47 deve essere sempre applicata una Marca da Bollo di € 2,00. Non essendo possibile apporre una marca cartacea su un documento digitale è stato previsto il pagamento trimestrale del tributo cumulativo con le seguenti modalità.

Accedendo al sito dell’Agenzia delle Entrate, sezione Fatture e Corrispettivi, sarà possibile ora stampare il modello F24 messo a disposizione e già calcolato. ATTENZIONE: E’ consigliabile verificare sempre il numero di Bolli relativi alle fatture che viene calcolato, in quanto non sempre questo è veritiero.

In alternativa è possibile predisporre comunque un F24 Elide con la seguente modalità

  • nel campo “sezione”, il valore “F” (Erario);
  • nel campo “codice tributo/causale”, uno dei suddetti codici tributo;
  • nel campo “riferimento A”, nessun valore;
  • nel campo “riferimento B”, l’anno cui si riferisce il versamento, nel formato “AAAA”.

I codici tributo e le scadenze sono i seguenti

  • 2521: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – primo trimestre – 23/04/2018
  • 2522: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – secondo trimestre – 20/07/2018
  • 2523: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – terzo trimestre – 20/10/2018
  • 2524: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – quarto trimestre – 20/01/2019
  • 2525: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – SANZIONI
  • 2526: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – INTERESSI

Qualora non venisse versato il tributo entro la scadenza sarà sempre possibile rimediare utilizzando il calcolo del Ravvedimento Operoso, ed utilizzando i seguenti codici tributo:

  • 2525: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – SANZIONI
  • 2526: Imposta di bollo sulle fatture elettroniche – INTERESSI